Varietà delle pelli - rizzipelle

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il prodotto

Durante la concia la pelle viene solitamente divisa in due o più spessori: il primo strato detto fiore è il più pregiato ed è la parte da noi impiegata; il secondo viene chiamato crosta o spaccato di crosta.

CAPRINI: le pelli di capra sono morbide e leggere, vengono utilizzate prevalentemente nella lavorazione di scamosciati: ottime per capi primaverili non imbottiti.

BOVINI: le pelli di vitello sono molto resistenti ed adatte per nappe "lucide" o per pelli scamosciate ad effetto "scrivente".

OVINI: sono pellami di agnelli, montone ed incrociati utilizzate nel confezionamento a pelo basso o a pelo lungo di shearlings caldi e morbidi . Si utilizzano anche per ottenere nappe morbide e leggere, oltre ad un ottimo scamosciato.

SUINI: la pelle di suino è molto resistente ma è più rigida delle altre, scamosciata o nappata. Non ne facciamo uso perchè presenta microfori propri delle setole dell'animale ed è meno pregiata.

Cursori
Bottoni
 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu